Creare curriculum per andare a lavorare a Barcellona

Preparare un curriculum in spagnolo

Sono in tanti coloro che, preso atto delle situazioni difficili del mercato del lavoro nel loro paese d’origine, scelgono di partire e trovare lavoro a Barcellona.

Per alcuni è risultato molto facile, per altri è stato più difficile: alcuni sono riusciti a sistemarsi; altri no. In ogni modo, prima di cominciare la ricerca di un posto di lavoro, bisogna procurarsi i documenti necessari per essere presi in considerazione e prendere parte ad eventuali selezioni e a colloqui lavorativi.

Tra questi, un’importanza fondamentale è ricoperta senza dubbio dal curriculum vitae: il biglietto da visita che introduce al datore di lavoro le esperienze e le qualità lavorative, sociali e caratteriali del candidato. Preparare un curriculum in spagnolo non è molto differente, almeno per quanto riguarda la forma, da presentarlo in Italia o nei paesi anglosassoni.

E’ consigliabile enfatizzare le esperienze più attinenti al lavoro che si sta cercando e capire esattamente a chi inviare il documento.

Il CV spagnolo viene generalmente redatto su un foglio bianco in un testo comprensibile e, preferibilmente, in un carattere non superiore a 12.

E’sempre meglio premettere la carriera lavorativa, illustrando poi quella accademica, ed allegare al CV una fotografia.

I primi dati da inserire sono le Informaciones personales: nombre, lugar y fecha de nacimiento (luogo e data di nascita), ma anche teléfono y dirección (telefono e indirizzo).

Successivamente, ci si sofferma sulla carriera lavorativa (experiencia personal), sulla Formación academica e quella complementaria: il percorso di studi ed eventuali master e stage.

Poi si citano le competenze linguistiche, ovvero gli Idiomas (Inglés, Italiano, Español, Francés ecc…).

Il CV si conclude con gli altri dati di interesse: disponibilità a viaggiare, possesso di una vettura propria ecc…, con le referencias e la firma.

E’ consigliabile allegare al curriculum vitae una lettera di presentazione (carta de presentación), di una sola pagina e dello stesso formato del CV, preferibilmente A4.

 

Suggerimenti per preparare un curriculum

Il primo suggerimento dovrebbe essere il più intuitivo, ma è sempre opportuno ricordarlo: non scriviamo curriculum più lunghi di due pagine.

Magari le nostre esperienze sono davvero tante, ma consideriamo che la persona che ci leggerà quasi sempre andrà di fretta e vorrà venire al punto in pochi secondi.

Rispettiamo poi un ordine cronologico, elencando dapprima i nostri lavori più recenti, per poi raggiungere gradualmente le nostre prime esperienze. Sfruttiamo i grassetti per evidenziare concetti ed esperienze più importanti.

Scrivere un curriculum al pc

E’ però nella seconda parte del curriculum che disponiamo di maggiore spazio per la personalizzazione.

Il curriculum è uno strumento di marketing, non dimentichiamolo, e la scelta delle parole giuste potrà rivelarsi fondamentale.

Descriviamo dunque le nostre attitudini senza volare di fantasia ma dimostrandoci concreti e precisi, coincisi ed assertivi.

Ricordiamo anche che un buon curriculum vitae va lavorato su misura: piccoli dettagli potranno essere rivisti a seconda della mansione a cui aspiriamo.

Questo non ci autorizza a mentire, ma soltanto a valorizzare determinate esperienze rispetto ad altre. Presentandole nel modo giusto e dedicando loro qualche riga in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *